venerdì 10 febbraio 2012

Resteranno pattume, ma non faranno mai più volume

I libri di scuola sono pattume
pesano molto e fanno volume

dicevano molto giustamente gli Skiantos, che sono i numi ispiratori di questo modestissimo blog.


Ora forse resteranno pattume ma non peseranno più e non faran volume, visto che dal prossimo anno come ricorda una circolare ministeriale " i libri di testo devono essere redatti in forma mista (parte cartacea e parte in formato digitale) ovvero debbono essere interamente scaricabili da internet".
Un segno di civiltà, che significa zainetti leggeri per gli alunni, spese scolastiche più leggere per mamma e papà e soprattutto la ghiottissima occasione di insegnare ai ragazzi a leggere digitale, a familiarizzare con i libri del futuro, quelli che li accompagneranno per tutta la vita.
Naturalmente, c'è già chi si lagna del fatto che non ci saranno più gli allegri mercatini dei libri usati... oh sveglia, che i ragazzi di oggi le cose se le comprano e se le vendono su ebay, vuoi che avranno difficoltà a piazzare ai compagni i loro libri solo perché sono digitali? :D
L'importante è che le case editrici non ci marcino e non mettano insieme dei drm che impediscano ai ragazzi il sacrosanto diritto di rivendersi il libro usato: se lo facessero, si rivelerebbero dei gran fetentoni.
Ma non voglio credere che lo faranno.
Tu che dici?



2 commenti:

  1. lo faranno, lo faranno

    RispondiElimina
  2. Mi sa pure a me :D per questo metto le mano avanti e gli dò preventivamente dei fetentoni :P

    RispondiElimina

CHI SIAMO

Esploriamo insieme le potenzialità del libro elettronico: ecologico, democratico, ricco, multimediale, affascinante.
Sarebbe un peccato pensare al libro elettronico semplicemente come a un modo complicato per leggere libri nati e pensati per la carta.
L'ebook non è un libro con l'interruttore. È un modo totalmente nuovo di scrivere, di fare cultura, intrattenimento e letteratura.
Pennyebook, amici dell'ebook nasce per sperimentare le scritture del nuovo millennio, per riempire di contenuti i lettori digitali, per inventare una nuova arte.

CONTATTI

luca@masali.com

Editor: Luca Masali
Direttore editoriale: Angela Andò